Archivi categoria: Attività

Finanziamento 2 e 5 x mille del 2016

Il CSSRV onlus ringrazia tutti i sottoscrittori che ci hanno sostenuto nella dichiarazione dei redditi del 2016.

Per il 2×1000 abbiamo avuto 473 sostenitori, che ci hanno garantito 11.732,59 €. Vedi qui.

Per il 5×1000 abbiamo avuto 51 preferenze, che ci hanno provvisto di

2.628,58 €. Vedi qui.

Questi soldi saranno presto usati, secondo gli scopi del nostro statuto, per la valorizzazione culturale del patrimonio documentario del Monastero di S. Rosa.

2° workshop internazionale: Ripensare la reclusione volontaria

“Ripensare la reclusione volontaria nell’Europa mediterranea. Nuove fonti e nuove domande”: è questo il titolo del 2° workshop internazionale che si terra a fine marzo tra Roma e Viterbo.

La reclusione volontaria è un fenomeno antico e consolidato (ha origini precristiane), che assunse nel tardo medioevo una dimensione, o almeno una visibilità, mai più raggiunta. Tale pratica di vita religiosa era diffusa in tutta Europa, ma ebbe esiti e dimensioni diverse da regione a regione. In Italia (sebbene con differenze anche notevoli tra nord, centro e sud – almeno così parrebbe) il fenomeno, nel suo complesso, fu macroscopico. Nessun altro paese europeo raggiunse mai il numero di recluse e reclusi che fu presente nella nostra penisola.

Negli ultimi anni, il tema della reclusione volontaria ha attirato l’attenzione crescente di specialisti a livello internazionale. Il fenomeno è stato ed è ben studiato in Francia, Regno Unito, Spagna e Paesi Bassi, ma non altrettanto in l’Italia, Portogallo e penisola balcanica.

Il convegno organizzato dalla dott.ssa Eleonora Rava in collaborazione con L’Institute of Mediaeval Studies della University of St. Andrews, il Centro Studi Santa Rosa da Viterbo Onlus e con la Scuola Superiore di Studi Medievali e Francescani della Pontificia Università Antonianum all’interno del programma “Marie Sklodowska, Curie” (grant agreement N. 751526) ha lo scopo di colmare questa lacuna storiografica.

Locandina del convegno

Apertura sala delle colonne e salone del Quattrocento

Il 19 dicembre 2018, presso il monastero di santa Rosa a Viterbo, si è tenuta l’ufficiale inaugurazione di altri due locali interni e alla presenza delle massime autorità civili e religiose della città. I lavori, iniziati nel 2017 con fondi privati e pubblici, nonché sotto l’attenta supervisione degli specialisti incaricati dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio (per l’area metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l’Etruria meridionale), hanno riguardato l’antico refettorio o sala delle colonne e il grande salone quattrocentesco ovvero l’oratorio claustrale. In questi due ambienti ora accessibili al pubblico, si possono apprezzare non solo i nuovi interventi strutturali, ma anche quelli di restauro, volti a valorizzare alcuni preziosi affreschi quattrocenteschi presenti.

Marco Espositi

Presentazione libri su s. Rosa

Due nuovi volumi pubblicati da “Frate Indovino” sono stati presentati sabato 8 settembre nella meravigliosa cornice della chiesa di S. Rosa a Viterbo:Vita di santa Rosa. Testo inserito negli atti del processocallistiano istruito nel 1457, tradotto in italiano (E. Piacentini), francese (T. Onori) e spagnolo (P. Gonzales Redondo); Filippo Sedda, Il prodigio dell’ordinario. La santità quotidiana di Rosa da Viterbo, con un contributo di sr. Francesca Pizzaia e delle sorelle Clarisse di Montone. Accolti dalla Macchina di S. Rosa, ancora visibile all’esterno del santuario, viterbesi e non, devoti e curiosi hanno aderito numerosi per ascoltare i due relatori del Centro Studi S. Rosa da Viterbo, promotore dei volumi e dell’evento.

Video presentazione Attilio Bartoli Langeli

Video presentazione Alvaro Cacciotti

Ringraziamento degli autori Filippo Sedda e sr. Francesca Pizzaia

Presentazione nuovi libri su santa Rosa

Nell’ambito delle iniziative legate alla promozione della conoscenza della vita di s. Rosa e della storia di Viterbo e della sua provincia, il Centro Studi Santa Rosa da Viterbo organizza la presentazione di due pubblicazioni curate dalla Casa Editrice Frate Indovino:
1.       Vita di Santa Rosa. Testo iscritto negli atti del processo callistiano istruito nel 1457, trad. P. Ernesto Piacentini (It – Fr – Sp).
2.       Filippo Sedda, Il prodigio dell’ordinario – La santità quotidiana di Rosa da Virterbo, con un contributo di suor Francesca Pizzaia e delle Sorelle Clarisse di Montone.
Santuario di Santa Rosa da Viterbo
Ore 10.30 – Saluti.
Ore 11.00 – Prof. Attilio Bartoli Langeli presenterà il volume: Vita di Santa Rosa.
Ore 11.30 – P. Alvaro Cacciotti presenterà Il prodigio dell’ordinario
Modera la Dott.ssa Eleonora Rava

Seguici su FaceBook

La Memoria Restaurata (Mostra)

«Cerchiamo quindi, quanto è possibile,di narrare nel presente la santità e i miracoli della beatavergine Rosa, affinché, non consideratiattentamente, non siano dimenticati da coloro cheli conoscono, per l’oscurità cheproviene dal passare del tempo,giacché la memoria dell’uomo divienelabile e svanisce, secondoquanto insegna Seneca:“La memoria dimentica ciò chenon ripensa spesso”»

(Vita quattrocentesca)

 

Presso il Santuario di S. Rosa, dal 1 al 13 settembre, resta aperta la mostra “La memoria restaurata. Presentazione dei dipinti, delle tavolette votive e dei documenti restaurati”,.

La mostra è realizzata dal Centro Studi S. Rosa da Viterbo Onlus in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area Metropolitana Di Roma e la Provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale, la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica del Lazio, con il patrocinio finanziario della Fondazione Carivit.

Inaugurazione 1 settembre ore 11.00.

Visualizza / scarica Comunicato stampa Mostra 2018.

S. Rosa arriva a Praga

Le dottoresse Sarah Tiboni e Eleonora Rava presentano una relazione dal titolo “Rose of Viterbo: birth and development of a patronage” (Rosa da Viterbo: nascita e sviluppo di un patronato) alla Conferenza “Don’t Let Us Die, or Our Successors…” Patron Saints on Their Path from the Middle Ages to Modern Times”
La Conferenza è organizzata dalla Faculty of Arts, Charles University, Prague (within the project Bohemian Hagiography of Czech Saints from Tridentine to Enlightenment Reforms) e dalla Royal Canonry of Premonstratensians at Strahov, dove si terrà dal 7 al 9 giugno 2018.
La conferenza verte sul fenomeno dei santi patroni e del patronato nelle sue trasformazioni.
Per il programma dettagliato clicca qui.